"Chi sono i matti?": evoluzione del concetto di disturbo mentale

Breve analisi del disturbo mentale grave, dall'emanazione della Legge Basaglia fino ad oggi.

Autore: Dott.ssa sara coppola - Psicologo (Psicologa)

Risorse esterne

La malattia mentale spaventa ancora molte persone e richiama ingiustamente alla mente immagini di persone gravemente disturbate, alle quali è stato affidato il termine  generico di “matti”.  La malattia mentale, nelle sue diverse forme, racchiude al suo interno un disagio che, se accuratamente trattato, permette alla persona di ritrovare il proprio equilibrio.  Evidentemente è ancora troppo vicino il ricordo dei manicomi in Italia e dell’immaginario collettivo che si è aggirato per anni intorno ad essi. E’ bene ricordare, però, i passi in avanti fatti con l’emanazione della Legge Basaglia del 1978 che ha sancito la chiusura dei manicomi.  Con la chiusura di queste strutture le persone che mostravano un disagio particolarmente grave hanno visto riconosciuti i loro diritti e hanno acquisito  un livello nella qualità della vita più adeguato  grazie ad una rete di strutture specialistiche che operano a livello territoriale.

Non dobbiamo dimenticare che la malattia mentale è un termine che racchiude una grande varietà di sofferenza, da quella più grave a quella più lieve. Ogni individuo ha diritto alle cure più appropriate per ritrovare il proprio equilibrio interno.

Foto di Dott.ssa sara coppola

L'articolo "Chi sono i matti?": evoluzione del concetto di disturbo mentale è stato scritto da Dott.ssa sara coppola: Psicologo (Psicologa)

Zone di ricevimento: Brescia (BS)

Chiedi un consulto privato a Dott.ssa sara coppola

Nome:
Email:
Tel.:
Richiesta: